il nuovo organo nella sua posizione originale

Il nuovo organo della chiesa parrocchiale di San Martino in Greco riveste, ancor prima del suo montaggio, un primato di forte valenza culturale e musicale: esso rappresenta, infatti, il primo organo di fattura francese della città di Milano. Il comitato "Un nuovo organo per Greco", acquistandolo, si impegna a renderne possibile la sua collocazione in Greco e il suo futuro utilizzo.

L'organo fu originariamente costruito tra fine Ottocento e inizio Novecento dalla ditta "Merklin" di Lyon per l'église du Sacrè-Coeur di Montecarlo di Monaco. La ditta "Merklin", attiva in Francia dalla seconda metà dell'Ottocento ai primi decenni del Novecento, è considerata, assieme al concorrente Cavaillé-Coll, una delle realtà organarie più importanti e predominanti in terra francese. Le caratteristiche foniche degli strumenti usciti dalle ditte Merklin e CavaillÉ-Coll prima, Mutin e Gonzales poi, hanno ispirato capolavori musicali in oltre un secolo di storia organistica attraverso una purezza, forza e chiarezza timbrica impareggiabile. Nel 1986 la fabbrica d'organi "Comm. G. Tamburini" di Crema (CR) procedette al rifacimento della trasmissione e della consolle dello strumento, rendendolo integralmente meccanico, mantenendo inalterata l'originale parte fonica. Nel 2012 l’organo fu rilevato dalla ditta "Comm. G. Tamburini" di Saverio Anselmi Tamburini di Crema in attesa di trovare un nuovo acquirente. Il comitato "Un nuovo organo per Greco" giunge quindi all'individuazione del prestigioso strumento e ne stipula l'acquisto con l'organaro Saverio Anselmi Tamburini.

il nuovo organo nella sua posizione originale
Nei primi mesi del 2013 Saverio Anselmi Tamburini e Alessandro La Ciacera procedono al progetto finale del nuovo organo che risulta ampliato rispetto all'originale di tre nuovi registri costruiti su misure storiche Cavaillé-Coll.

L'organaro Saverio Anselmi Tamburini attualmente cura la manutenzione ordinaria di diversi strumenti francesi collocati a Roma (Chiesa di San Luigi dei Francesi, Trinità dei Monti), Montecarlo e Francia; la sua passione verso l'organaria francese, che si traduce anche nella costruzione di canne secondo modelli storici, lo rende attento verso una fonica dettagliata ed eclettica.

Il nuovo organo "Merklin-Tamburini" - passi ormai questo nome di battesimo! - di Greco parla quindi attraverso una tipica fonica francese neoclassica di inizio Novecento e la sua tavolozza timbrica ne permette un utilizzo davvero versatile per la musica barocca, romantica e moderna.